Focus on #5: Il tabellone-agenda

tabelloneVediamo finalmente il principale elemento strategico del gioco!
In un gioco come Misantropia, sarebbe stato assurdo avere un tabellone classico in stile gioco dell’oca.

Il nostro tabellone prende il nome di tabellone-agenda, e infatti simula graficamente un Planner quotidiano.

All’inizio di ogni fase (inizio, metà e fine giornata), tutti i giocatori devono prendere il pennarello e SCRIVERE SUL TABELLONE il proprio Planning, ovvero scegliere una casella che modificherà il modo in cui il relativo giocatore subirà le carte che dovrà pescare.

Ci sono 5 caselle per ogni fase, e ognuna costa da 1 a 5 Punti Pazienza, progressivamente dall’alto verso il basso.
Le caselle più in alto costano quindi meno, ma danno dei malus aggiuntivi sulle carte che si pescheranno subito dopo; per scegliere quelle in basso si deve sacrificare molta Pazienza, ma si avranno in cambio dei bonus notevoli.
Ci sono poi le caselle di mezzo, che permettono di fare azioni uniche – per esempio cambiare lavoro – o strategie apparentemente molto strane – come subire gli effetti della carta pescata dal giocatore che viene dopo di noi.

Capite quindi che il tabellone argina un po’ la casualità data dalle carte, che in Misantropia è preponderante.
Sei solitamente molto fortunato nei giochi di società? Allora puoi rischiare, scegliendo una casella alta e risparmiando Pazienza; sei invece uno sfigato cronico sia nell’amore che nel gioco? Prova a spendere più Pazienza e scegliere una casella che ti dimezza i malus o addirittura non ti fa pescare!

Leggi tutti i Focus On!

Annunci

Focus on #4: Le fobie

fobieFinendo i Punti Pazienza, prenderete un segnalino Misantropia. Ogni 2 segnalini Misantropia dovrete pescare dal terribile mazzo chiamato Psicosi&Fobie.
Il logorìo della vita vi renderà dunque fobici verso qualcosa. Tutte le psicosi e le fobie contenute in questo mazzo sono realmente esistenti.

Le fobie contano come un -1 nel conteggio della sanità mentale – che si compie a fine partita e decreta il vincitore – e alcune possono dare anche dei malus nel corso del gioco.
Ma non solo: le fobie introducono le meccaniche di meta-gioco, in quanto DEVONO ESSERE INTERPRETATE.

Se per esempio sviluppate la xylofobia – la paura del legno – non dovrete più toccare niente che sia fatto di legno, compreso l’eventuale tavolo dove state giocando! Ogni infrazione deve essere vagliata dagli avversari, e il fobico dovrà prendere ogni volta un segnalino Misantropia extra.
Di queste fobie il gioco è ben fornito, dato che il mazzo in questione è composto di 60 carte!

Durante una partita di Misantropia sarà quindi possibile assistere a gente che gioca senza guardare o parlare, che si muove al rallentatore, che non può bere o andare in bagno… O che non può sorridere, come dice la carta che vedete in anteprima!

Leggi tutti i Focus On!

Focus on #3: Carte tratto

trattoIn questo terzo Focus On conosciamo un tipo di carta speciale.

Una carta tratto indica che il logorìo della vita vi ha portato a vedere il mondo da un punto di vista diverso. Si può avere solo una carta tratto alla volta, e quando se ne pesca una, la si mette sul tavolo davanti a noi.

Le carte tratto modificano il modo in cui si perde Pazienza e/o si accumulano segnalini Misantropia. Ci sono tratti esclusivamente positivi (Filantropo), negativi (Nervoso), e altri che danno effetti misti.

Avere la carta tratto giusta può essere fondamentale per impostare la propria strategia di gioco sul tabellone-agenda, e arrivare quindi alla fine della partita più sano di mente dei propri avversari.

I tratti psicologici si possono curare come si curano le fobie, ovvero pescando una carta adatta (Psicoanalista o Psichiatra) o con una speciale casella del tabellone-agenda.

Leggi tutti i Focus On!

Focus on #2: Segnalini Misantropia

misantropiaNel preciso momento in cui i tuoi Punti Pazienza arrivano a zero, sviluppi Misantropia, ovvero prendi un segnalino Misantropia. Ogni volta che perdi Pazienza quando sei già a zero, ne prendi ogni volta un altro.
Ogni. Singola. Volta.

Non solo: alcune carte-evento hanno come malus diretto quello di prendere ulteriori segnalini Misantropia.

I segnalini Misantropia si accumulano e basta, non si possono perdere. I loro effetti, però, si possono curare.

Leggi tutti i Focus On!

Focus on #1: Carte evento

carta evento

Possiamo vedere in questa diapositiva un esemplare di carta di Misantropia.
In particolare, una carta pescata dal mazzo INIZIO GIORNATA (IG), che è il primo dei tre mazzi chiamati “mazzi evento”, insieme – banalmente – ai mazzi Metà Giornata (MG) e Fine Giornata (FG).

Ogni giocatore pesca una carta da ognuno di questi tre mazzi e compone così la sua giornata, che poi sarebbe un turno di gioco.

Ogni carta può portare dei bonus o dei malus.
In questo esemplare notiamo la perdita di due Punti Pazienza e l’obbligo di pescare una carta.
Non fatevi ingannare: negli altri giochi, normalmente, pescare una carta sarebbe un bonus… ma questo non è un gioco normale. La maggior parte delle carte evento sono negative, quindi pescare è quasi sempre un malus!

Per il prossimo FOCUS ON, aiutaci a far conoscere Misantropia diffondendo questo post!

Leggi tutti i Focus On!